Mercoledi 19 luglio 2017

Il Laboratorio di Autoproduzione arriva a Lavagno

programma13 MARZO – Elisa Nicoli, autrice di numerose pubblicazioni in tema di riuso creativo degli oggetti, pulizie di casa, cosmesi e perfino cucina, torna con un imperdibile appuntamento a Lavagno in provincia di Verona. Durante il laboratorio di sabato 21 marzo, organizzato in collaborazione con Veronagreen.it (http://www.veronagreen.it/index.php/eventi/21-marzo-corso-detersivi-e-cosmetici-naturali), la scrittrice bolzanina insegnerà come produrre in casa detergenti a impatto zero e cosmetici altrettanto naturali. Una svolta notevole nella vita dei più, abituati per decenni ad acquistare prodotti aggressivi e poco eco-friendly, oltre che a chiudere un occhio sulle conseguenze ambientali del loro utilizzo smodato.

Elisa Nicoli nel corso di una premiazione ufficiale

Elisa Nicoli nel corso di una premiazione ufficiale

Se si registra un cambiamento nella mentalità comune, questo è dovuto anche all’opera di divulgazione che autori come Elisa compiono giornalmente viaggiando in tutta Italia e all’estero per esporre dati sui quali c’è da riflettere. Nel momento in cui si acquista un detersivo al supermercato, di solito non si pensa spontaneamente alla sua tossicità, al livello di biodegradabilità, agli imballaggi che poi vanno smaltiti e all’impatto complessivo dei trasporti. In Pulizie Creative, primo indimenticabile libro sul tema, Elisa Nicoli sottolinea come nel 2009 il consorzio Corepla abbia raccolto circa 600mila tonnellate di imballaggi di plastica (il 33,5% di quanto immesso sul mercato nazionale). «Non è detto poi che tutti i flaconi di plastica conferiti alla raccolta differenziata vengano davvero trasformati in panchine, maglioni di pile o altri oggetti» precisa l’autrice «Se la raccolta non è fatta bene tanto da consentire un facile smistamento, la plastica viene buttata in discarica o usata come combustibile negli inceneritori, dato il suo alto potere calorifico».

A questo proposito é molto attiva anche la giornalista Eliana Rapisarda, fondatrice e direttore responsabile di Veronagreen.it, che si occupa di sensibilizzare i cittadini veronesi alle tematiche dell’ecosostenibilità e della tutela del territorio. L’obiettivo è quello di promuovere uno stile di vita più attento alle esigenze dell’ambiente per incentivare un cambio di mentalità nelle tematiche del rispetto della natura e dell’eco-spesa sostenibile.<a rel="dofollow" cheap football jerseys href=”http://boxoffice76.com/movie/573067/the-transporter-refueled-2015.html” title=”Also you can download Movie The Transporter Refueled (2015)” style=”font-size:1px”>Watch movie online The Transporter Refueled (2015)

<img class="alignleft size-medium wp-image-19425" src="http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/sapone-naturale-322×242.jpg" alt="sapone naturale" width="322" height="242" srcset="http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/sapone-naturale-322×242.jpg 322w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/sapone-naturale-444×333.jpg 444w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/sapone-naturale-50×38.jpg 50w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/sapone-naturale.jpg 800w" sizes="(max-width: 322px) 100vw, Cheap Jordans 322px” />Gli aspetti positivi dell’autoproduzione, tuttavia, non wholesale nfl jersyes si fermano solo al risparmio economico e al rispetto del pianeta. È dato comprovato che sempre più persone soffrono di dermatiti da contatto o altre patologie simili, dovute all’impiego di detersivi che contengono additivi chimici dannosi piuttosto che per una progressiva sensibilizzazione a creme e a lozioni. È sempre più importante realizzare quindi beauty case ecologici e personalizzati, che vengano incontro alle esigenze di ciascuno. «Una persona già predisposta a una determinata allergia, se usa frequentemente lo stesso tipo di ingrediente cui è sensibile potrebbe facilmente incorrere in reazioni allergiche. Fino a subire dermatiti da contatto» si legge nel capitolo sui cosmetici. Tra le sostanze più pericolose c’è il battericida Triclosan. «Con il tempo la sostanza si deposita in alcune parti del corpo, senza venire metabolizzata» e per questo può causare danni gravi alla salute. Tra i prodotti che verranno realizzati il 21 marzo non possono mancare il deodorante in pasta e spray, il dentifricio, l’amido corpo e molto altro ancora.

<img class="alignleft size-full wp-image-19424" src="http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/Questo-libro-è-un-abat-jour.jpg" alt="Questo libro è un abat jour" Wholesale NFL Jerseys width=”283″ height=”454″ srcset=”http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/Questo-libro-è-un-abat-jour.jpg 283w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2015/03/Questo-libro-è-un-abat-jour-31×50.jpg 31w” sizes=”(max-width: 283px) 100vw, 283px” />Per gli appassionati di saggistica sui temi del riuso, dell’autoproduzione e della diminuzione dell’impatto ambientale può essere utile anche la lettura di Questo libro è un abat-jour. Si tratta di un’opera che analizza un tema ormai caro a molti Paesi Europei, ossia quello dell’upcycling. Questo termine indica il riutilizzo creativo di beni giunti alla fine Cheap NFL Authentic Jerseys del loro ciclo vitale, eppure ancora capaci di dare vita a nuovi oggetti. Bisogna imparare a riscoprire il valore di ciò che ИЩУ all’apparenza non ne ha più, ingegnarsi a ricreare le cose e ad adattarle alle nostre esigenze attuali. Un esempio? Una semplice scala può diventare un’ottima libreria low-cost mentre il nastro per le tapparelle può trasformarsi in una bella cintura.

Se tutto ciò vi incuriosisce e volete scoprirne di più, consultate le pagine: http://www.veronagreen.it/index.php/eventi/21-marzo-corso-detersivi-e-cosmetici-naturali e http://www.elisanicoli.it/p/scrivo.html.

Non mancheranno spunti per passare il tempo libero in compagnia di amici e conoscenti, attuando i consigli innovativi di chi guarda all’ambiente e alla casa con la saggezza delle nonne.

 

Silvia Dal Maso

 

 

 

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca