Lunedi 5 febbraio 2018

Cultura: i vincitori del Premio Nobel 2017

Cultura: i vincitori del Premio Nobel 2017

Il Premio Nobel è il massimo riconoscimento che premia coloro che si distinguono, nei vari campi; scientifico, economico, culturale, sociale, conosciamo i personaggi che lo hanno vinto nel 2017.

 

Il Premio Nobel è un onorificenza riconosciuta a livello mondiale, conferita a chi ti attraverso studi o particolari avvenimenti in determinati campi. Di solito i campi toccati, dal Nobel sono sei macro aree: Pace, Letteratura, Chimica, Fisica, Economia, Medicina.

Prende il nome dall’inventore, svedese,  della dinamite Alfred  Bernhard Nobel. Il primo premio nobel fu assegnato nel 1901. Il premio per l’economia fu introdotto nel 1969, per volontà di una parente di Alfred Nobel.

Il riconoscimento si assegna di solito nella prima decade di Ottobre, sempre nello stesso posto, il Konserthusef di Stoccolma, mentre quello per la pace viene consegnato sempre ad Ottobre però ad Oslo. I vincitori del Nobel, oltre all’importantissima onorificenza, ricevono un premio in denaro. Dal 2012 questo premio è di circa 8 milioni di corone, più o meno 900000€. La somma, viene finanziata ogni anno, sugli interessi del capitale versato all’inizio del secolo scorso da Alfred Nobel, al momento della nascita della sua fondazione.

 

I vincitori del 2017

Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia

Questo importante riconoscimento è andato a Jeffrey C. Hall (ricercatore dell’ Università del Maine), Michael Rosbash (Ricercatore dell’Università di Brandeis, Waltham) e  Michael W. Young  (Professore dell’Università di Rockefeller).

Questi uomini si sono distinti in campo medico per aver scoperto quali interazioni molecolari sono responsabili del nostro orologio biologico. Nello specifico hanno scoperto cosa sta alla base dei ritmi sonno, della pressione sanguigna, il rilascio di determinati e di alcuni comportamenti alimentari. Comprendere quali molecole scandiscono i ritmi organici sopracitati apre la strada, verso una cura mirata  di alcuni disturbi.

La motivazione: “per le loro scoperte riguardanti il meccanismo molecolare che controlla il ritmo circadiano”.

 

Premio Nobel per la Fisica

Il premio Nobel per la Fisica, che eccezionalmente è stato diviso in due parti, è stato assegnato a Rainer Weiss del Massachusetts Institute of Technology – MIT e Barry C. Barish e Kip S. Thorne del California Institute of Technology – Caltech; questi scienziati si sono distinti per aver scoperto  le onde gravitazionale, si tratta di vibrazioni dello spazio tempo, dovute a fenomeni universali, molto violenti. Questa scoperta fu anche prevista da Einstein, l’osservazione del fenomeno è stata possibile grazie al rilevatore, Ligo e dell’italiano Virgo menzionato in fase di premiazione.

La motivazione: “contributi decisivi al rilevatore LIGO e l’osservazione delle onde gravitazionali”.

 

Premio Nobel per la Chimica

Il 2017 lo ha visto andare nelle mani di Jacques Dubochet dell’ Università di Losanna, Joachim Frank dell’Università della  Columbia e Richard Henderson  del Medical Research Council Laboratory. Le menti di questi uomini, hanno compiuto importanti scoperte in ambito chimico. Hanno sviluppato un microscopio crioelettronico, che permette lo studio ed analisi delle cellule del Dna congelate. Questo metodo apre vie interessanti sullo studio del DNA, usando le cellule congelate è come se ci si trovasse all’interno dell’organismo, in questo modo si ottengono risposte senza modificare le cellule.

La motivazione: “aver sviluppato il microscopio  crio-elettronico per la determinazione in alta risoluzione della struttura delle biomolecole in soluzione”.

 

Premio Nobel per la letteratura

L’importante riconoscimento nel 2017 è andato nelle mani di Kazuo Ishiguro, è uno scrittore di origine giapponese nato nel 1954 che dall’età di sei anni,  vive in Inghilterra. E’ laureato in lettere e filosofia. Ha all’attivo la pubblicazione di sette romanzi, tutti tradotti in italiano.

La motivazione: “con i suoi romanzi dalla grande forza emozionale, ha scoperto l’abisso dietro il nostro illusorio senso di connessione con il mondo”.

 

Premio Nobel per la pace

A differenza degli altri premi Nobel, quello per il mantenimento della pace, viene assegnato in Norvegia, il vincitore viene scelto da un apposita giuria, composta da parlamentari Norvegesi.

Da quando Alfred Nobel, lo ha inserito nel suo testamento al momento della nascita dell’omonima fondazione, il Premio non è stato assegnato per ben 19 volte. Queste mancate assegnazioni sono tutte riconducibili agli anni della grande guerra, al periodo della guerra fredda ed a quella del Vietnam. Negli anni dopo la guerra lo hanno avuto personaggi come Madre Teresa di Calcutta e la Croce Rossa.

Nel 2017 è stato assegnato alla Campagna Internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (ICAN). La motivazione: “per il suo lavoro per portare l’attenzione alle conseguenze umanitarie catastrofiche di qualunque uso delle armi nucleari e per i suoi straordinari sforzi per ottenere un trattato che metta al bando queste armi”.

 

Premio Nobel per l’Economia

Il premio nato in onore del fondatore dei Nobel è andato quest’anno Richard Thaler, uno studioso americano di economia comportamentale. Lo studio che gli è valso il prestigioso premio riguardava il meccanismo alla base delle scelte consumistiche ed economiche degli esseri umani, che, a detta di Thaler sono l’agente economico più importante. La motivazione: “per il suo contributo nell’economia comportamentale”.

 

 

 

 

Pubblicato il: 18 dicembre 2017

Stampa Stampa
L'autore
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca