Giovedi 18 gennaio 2018

Recensione: Album Magellano di Francesco Gabbani

Recensione: Album Magellano di Francesco Gabbani

Superando ogni aspettativa Francesco Gabbani si proclama vincitore del Festival di Sanremo edizione 2017. Pochi mesi dopo la vittoria, arriva in tutti i negozi il suo terzo album Magellano.

 

La lista dei brani

L’album Magellano è il terzo lavoro discografico di Francesco Gabbani. Il titolo richiama alla mente il famoso esploratore, ed è considerato infatti una sorta di viaggio.

Vediamo quali brani lo compongono:

  1. Magellano
  2. Tra le granite e le granate (secondo singolo estratto)
  3. Occidentali’s Karma (brano vincitore del Festival di Sanremo targato 2017)
  4. A moment of silence
  5. La mia versione dei ricordi (quarto singolo estratto)
  6. Susanna, Susanna
  7. Foglie al gelo
  8. Pachidermi e pappagalli (terzo singolo estratto)
  9. Spogliarmi

La durata totale di ascolto è do 30 minuti e 06 secondo. Sufficienti ad immergersi nelle sonorità del colorato mondo di Gabbani.

 

I temi trattati nei singoli estratti

Con Magellano, Francesco Gabbani conferma il suo stile, e la sua capacità di affrontare in musica tematiche di attualità lasciando anche spazio al tema universale dell’amore e dei sentimenti.

In Occidentalis’ Karma, troviamo un riflesso della società moderna, molto attuale. “Nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo..soci onorari del gruppo dei selfisti anonimi.. intelligenza demodè.. risposte facili..” Discendiamo dai primati ed in tanti comportamenti non siamo molto differenti da loro. Oggi con l’era di internet e degli smartphone, pernsiamo di trovare sempre la risposta a tutto.

Ne “ Tra le granite e le granate”, secondo singolo uscito all’inizio della scorsa estate nel quale Gabbani traccia lo stereotipo dell’uomo alla ricerca forzata del divertimento. “Foto di gruppo sotto al monumento..hotel di lusso nei villaggi dei pignei..mente sana in corpo fatiscente..antologia di una vacanza intelligente..” Il ritmo incalzante descrive con ironia il nostro modo di fare in vacanza.

Con “Pachidermi e pappagalli” , il terzo singolo tratto da Magellano; Francesco Gabbani tratta con il suo stile lo spinoso tema dei complotti e delle bufale che spesso ci rifila la rete. “ La terra è piatta.. Elvis e Marylin vivono alle Hawai…l’uomo è stato già clonato..non esiste prova alcuna dello sbarco sulla luna..le piramidi egiziane sono marziane..”

In “La mia versione dei ricordi” quarto singolo estratto dal fortunato album, Gabbbani riprende la sua veste romantica e ci racconta un amore finito, e la voglia di far sapere al mondo il suo punto di vista sulla fine della storia. “ Lo dico ad ogni casa…ad ogni vetrina accesa… al cane che mi annusa..lo dico ai manifesti, al mondo che ci ha visti.. per convicermi che è vera a tutti i costi.. la mia versione dei ricordi”.

 

Curiosità sugli altri brani

Il brano che da titolo al disco Magellano, affronta le paure dell’uomo moderno, di rapportarsi con se stesso e la società che la circonda. Per Gabbani siamo un po’ tutti moderni esploratori alla ricerca della nostra isola felice. Lo quotidianità e il nostro vissuto spesso ci tengono ancorati, per timore di fare un passo falso. “ Magellano, nella terra del fuoco, ma non sapeva mica che si andava di là..sudore, fiato cuore”. Tutti noi dovremmo fare un po’ come Magellano e partire alla conquista dei nostri sogni, con un po’ di coraggio.

La traccia numero 6 Susanna Susanna, è il rifacimento dell’omonima canzone di Adriano Celentano. A proposito di Celentano, vi svelo una curiosità: Francesco Gabbani, ha firmato per il molleggiato, il brano Il bambino col fucile” una chicca da ascoltare dall’inconfondibile voce di Adriano Celentano, presente nell’album “Le Migliori” di Mina e Celentano.

La traccia numero 7 “Foglie al gelo” è invece un già famoso brano di Gabbani uscito nel  Dicembre del 2016. E’ una canzone molto romantica, che ha fatto da colonna sonora al film “Poveri ma ricchi” per la regia di Fausto Brizzi. “leggero come un cambio di stagione..voglia di ricominciare..cambia il cielo sopra di noi, non c’è fretta..tra le mani una novità, la mia dignità..”.

 

Quel bravo ragazzo di Francesco Gabbani

L’album Magellano merita un giudizio più che positivo. Francesco Gabbani, pur essendo da qualche anno già presente sulla scena musicale Italiana, ha trovato con Occidentali’s Karma, la chiave per farsi ascoltare dal grande pubblico.

Per questo ragazzo di quasi 39 anni, è giunto il momento di raccogliere il meritato successo. Gabbani con la sua aria da bravo ragazzo ed il sorriso sempre pronto, ha saputo conquistare tutti. Merito anche di un lungo tour che lo ha portato in giro per tutta l’Italia.

Il consiglio finale è quello, se ancora non lo avete fatto, di ascoltare Magellano, ne rimarrete conquistati e sarete contagiati dalla verve di Francesco, che è quasi un cantautore di altri tempi, capace di far sorridere e riflettere.

Pubblicato il: 30 agosto 2017

Stampa Stampa
L'autore
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca