Venerdi 26 gennaio 2018

Recensione film “Atomica Bionda”

Recensione film “Atomica Bionda”

Nome: Atomica Bionda

Regia: David Leicht

Cast: Charlize Theron, James MacAvoy, Sophia Boutella, Johnn Goodman, Toby Jones, Eddie Marsan, Roland Moller

Genere: Azione

Anno: 2017

Durata: 115 minuti

Produzione: 87Eleven, Closed on Mondays Entertainment, Denver and Delilah Productions, Focus Features, Sierra / Affinity

Data di uscita: 17 Agosto 2017

 

Trama:

Nel 1989, alla vigilia del crollo del muro di Berlino e del cambiamento nelle alleanze tra superpotenze, Lorraine Broughton, una spia del massimo livello dell’MI6, viene inviata a Berlino per smontare una spietata organizzazione di spionaggio che ha appena ucciso un agente sotto copertura in possesso di una lista con gli agenti russi infiltrati nel blocco occidentale e nello stesso MI6. La donna riceve l’ordine di cooperare col direttore della sede di Berlino David Percival, e i due formano un’incerta alleanza, scatenando tutto il loro arsenale di abilità nel perseguire una minaccia che mette a rischio l’intero mondo delle operazioni di spionaggio dei paesi occidentali.

 

Recensione:

Atomica Bionda è un film di azione del 2017 diretto da David Leitch che vede protagonista la bellissima e qui glaciale Charlize Theron. Il film è ambientato nella Berlino di fine anni 80, periodo in cui nella città c’è il muro che la divide tra Est ed Ovest e c’è ancora la guerra fredda.

Già dai primissimi secondi lo spettatore rimane colpito dall’atmosfera cupa ed appunto fredda, la sensazione di freddo si potrae con l’allargamento della scena che ci mostra la protagonista immersa in una vasca da bagno piena di acqua e ghiaccio.

Charlize Theron in questa pellicola interpreta Lorraine, una spia dell’MI6 Britannica a caccia di informazioni segrete nella capitale tedesca, questa ricerca la porta ad affrontare una sorta di partita a scacchi, dove fino alla fine non si riesce a capire chi farà scacco matto a chi. Le informazioni ricercate, una lista di nomi che metterebbe in ginocchio le agenzie di spionaggio occidentali, fanno gola anche agli altri servizi segreti ,kgb in testa. Inizia cosi una caccia alla lista ricca di azione. Lorraine è una spia degna di James Bond e di Jason Bourne, riesce a cavarsela in situazioni impossibili, il film è un susseguirsi di colpi di scena, forse persino un po’ troppi. Se lo spettatore si distrae un attimo, non riesce più a seguire il filo. Molto degna di nota è la partecipazione al film del bravissimo James McAvoy quello delle 23 personalità di Split per intenderci. Anche lui è una spia, il suo rapporto con Lorraine appare subito ambiguo per poi rilevarsi privo di qualsiasi sentimento.

Degno di nota è invece il rapporto che Lorraine installa con una graziosa spia francese, e qui c’è uno dei colpi di scena del film, perché tutti si aspettano una relazione donna uomo ed invece qui in piena guerrra fredda assistiamo ad una relazione tra donne. Atomica bionda è un film d’azione per appassionati di spy story, molto ben costruito soprattutto come fotografia, sembra di camminare per le strade di Berlino e respirare il clima di tensione e di speranza che regnava in quegli anni, fino alla caduta del muro.

Se dovessi dargli un voto compreso tra 1 e 5 , 4 è quello corretto: ottima realizzazione, ma trama parecchio “intricata”.

 

Pubblicato il: 19 agosto 2017

Stampa Stampa
L'autore
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca