Lunedi 17 aprile 2017

Recensione “Io prima di te”

Io prima di te è un romanzo intenso ma al tempo stesso innovativo, capace di raccontare di una storia d’amore in modo leggero e moderno.

 

Il nuovo romanzo di Jojo Moyes è riuscito infatti ad avvicinare alla sua dolce storia d’amore e di crescita personale, anche lettori provenienti da generi letterari differenti, come il fantasy o il giallo. Questo perché si tratta di un libro avvincente dalla prima all’ultima pagina, capace di entrare in maniera introspettiva ma mai stucchevole all’interno di ogni personaggio. In questo modo ne deriva un racconto profondo e mai banale, che narra di eventi ma soprattutto di emozioni e rivincite.
La trama vede come protagonisti una giovane ragazza di provincia Louisa Clarke ed il giovane e spericolato William Traynor. Il romanzo comincia su due binari separati; i due giovani infatti non si conoscono. Louisa vive una semplicissima vita da cameriera, lotta per far quadrare i conti e ha intrecciato una relazione stabile ma un pò spenta da oltre sette anni con il suo fidanzato storico. Una vita tranquilla insomma, destinata a mutare all’indomani della perdita del suo posto di lavoro. Un evento quindi che rivoluzionerà non solo la sua carriera lavorativa, ma tutto il mondo dei suoi affetti e la sua quotidianità; in quanto proprio per lavoro conoscerà William. Quest’ultimo, dopo aver vissuto invece una vita da privilegiato, ricca di esperienze ed avventure, subisce un grave incidente che lo costringerà a rimanere su una sedia a rotelle. Inizialmente il giovane non accetta la sua disabilità a pieno, in quanto non riesce a pensare di dover cambiare totalmente il suo stile di vita. Will è sempre stato un ragazzo audace, spericolato e dalla carriera stellare, fino a quando l’incidente muta tutto intorno a lui. Ecco quindi che i due giovani si incontrano proprio in un momento di instabilità e forti cambiamenti per entrambi. La madre di William cerca infatti un assistente per aiutare il figlio a svolgere le mansioni quotidiane, oltre che per spronarlo a compiere diverse attività che gli ridiano il sorriso. All’indomani dell’incidente infatti il ragazzo ha cominciato a meditare di ricorrere all’eutanasia in quanto non disposto a vivere una vita a metà.
Louisa, assunta quindi dalla madre, arriverà nel castello della famiglia Traynor per lavorare come semplice assistente di William, ma finirà poi per stravolgere tutta la sua vita. All’inizio l’impatto per la ragazza non sarà affatto semplice, in quanto l’ambiente non le è familiare, ma soprattutto Will non è un tipo semplice da gestire. Il ragazzo, già con un carattere molto duro e rigido, si è chiuso ancor di più in se stesso precludendosi ogni emozione e gioia della vita. Le prime settimane cercherà di scoraggiare Louisa e di denigrare a tratti il suo lavoro, ma con il tempo la dolcezza della ragazza farà breccia anche nel suo rigido cuore.
Louisa dovrà infatti avvicinarsi per la prima volta al tema dell’eutanasia e della cura del prossimo, ma lo farà subito con il sorriso e la delicatezza che la contraddistinguono. La cura per Will diventerà con il tempo amore, sentimento che la spingerà a lottare con tutti i mezzi pur di recuperare il ragazzo che lui era stato in precedenza. Piano piano riuscirà a farlo uscire, ad aprirsi con lei; fino a quando anche lui si abbandonerà alle emozioni e al suo amore per Louisa.
Il romanzo di Jojo Moyes è quindi un manifesto a favore delle emozioni e dell’amore. La cura per il prossimo può infatti aprire i cuori, in modo da affrontare in maniera diversa la malattia e le disabilità. Sorprende infatti come il libro Io Prima di te riesca a trattare di temi così scottanti come l’eutanasia senza destare clamori o cadendo nel retorico. Si tratta sicuramente di una grande rivelazione, per avvicinare l’opinione pubblica a tematiche di estrema importanza. Louisa infatti con la sua dolcezza e la sua intelligenza scavalcherà le barriere della disabilità per far tornare a vivere e gioire William. Al di là della solita storia d’amore, Io prima di te è quindi un romanzo davvero innovativo e diverso. Consigliato per tutte le età ed i tipi di lettori, riuscirà ad emozionarvi ed a farvi trascorrere ore piacevoli in compagnia di due personaggi che vi rimarranno nel cuore.

Pubblicato il: 1 gennaio 2016

Stampa Stampa
L'autore Parole chiave
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca