Venerdi 26 gennaio 2018

Recensione libro “Origin” di Dan Brown

Recensione libro “Origin”

di Dan Brown

Titolo: Origin

Autore: Dan Brown

Collana Omnibus

Editore: Mondadori

Genere:  Thriller

 

Pagine: 560

Data d’uscita: 03 Ottobre 2017

Trama:

Robert Langdon, professore di simbologia e iconologia religiosa a Harvard, è stato invitato all’avveniristico museo Guggenheim di Bilbao per assistere a un evento unico: la rivelazione che cambierà per sempre la storia dell’umanità e rimetterà in discussione dogmi e principi dati ormai come acquisiti, aprendo la via a un futuro tanto imminente quanto inimmaginabile. Protagonista della serata è Edmond Kirsch, quarantenne miliardario e futurologo, famoso in tutto il mondo per le sbalorditive invenzioni high-tech, le audaci previsioni e l’ateismo corrosivo. Kirsch, che è stato uno dei primi studenti di Langdon e ha con lui un’amicizia ormai ventennale, sta per svelare una stupefacente scoperta che risponderà alle due fondamentali domande: da dove veniamo? E, soprattutto, dove andiamo? Mentre Langdon e centinaia di altri ospiti sono ipnotizzati dall’eclatante e spregiudicata presentazione del futurologo, all’improvviso la serata sfocia nel caos. La preziosa scoperta di Kirsch, prima ancora di essere rivelata, rischia di andare perduta per sempre. Scosso e incalzato da una minaccia incombente, Langdon è costretto a un disperato tentativo di fuga da Bilbao con Ambra Vidal, l’affascinante direttrice del museo che ha collaborato con Kirsch alla preparazione del provocatorio evento. In gioco non ci sono solo le loro vite, ma anche l’inestimabile patrimonio di conoscenza a cui il futurologo ha dedicato tutte le sue energie, ora sull’orlo di un oblio irreversibile. Percorrendo i corridoi più oscuri della storia e della religione, tra forze occulte, crimini mai sepolti e fanatismi incontrollabili, Langdon e Vidal devono sfuggire a un nemico letale il cui onnisciente potere pare emanare dal Palazzo reale di Spagna, e che non si fermerà davanti a nulla pur di ridurre al silenzio Edmond Kirsch. In una corsa mozzafiato contro il tempo, i due protagonisti decifrano gli indizi che li porteranno faccia a faccia con la scioccante scoperta di Kirsch… e con la sconvolgente verità che da sempre ci sfugge.

 

Recensione:

Dan Brown, oramai si sa, è una garanzia per i lettori che amano i Thriller. Il romanzo mette una sorta di parola fine alle vicende del professor Langdon e della sua assistente, che tanto abbiamo apprezzato nei precedenti romanzi , Il codice Da Vinci, Angeli e Demoni, Inferno, diventate anche pellicole cinematografiche di successo.

La lettura scorre piacevolmente senza intoppi o errori di traduzione. Le ambiantzioni fanno come sempre da ottimo contorno a tutta la storia. I misteri da risolvere, la descrizione dei luoghi, tengono incolati alle pagine, consigliatissimo!

 

L’autore:

Daniel Gerhard Brown conosciuto come Dan Brown (Exeter, 22 giugno 1964) è uno scrittore statunitense di thriller. Con più di 200 milioni di copie vendute[1], è tra gli autori thriller più popolari e di maggior successo degli ultimi tempi. È autore dei bestseller Crypto, Angeli e demoni, La verità del ghiaccio, Il simbolo perduto, Inferno e Origin, ma la sua opera più celebre è Il codice da Vinci, che con più di 85 milioni di copie vendute è tra i libri più conosciuti e venduti del mondo.

Pubblicato il: 5 ottobre 2017

Stampa Stampa
L'autore
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca