Domenica 10 settembre 2017

European Youth Summit: A Budapest il raduno dei migliori studenti under 20

European Youth Summit: A Budapest il raduno dei migliori studenti under 20

Presenti 62 ragazzi e ragazze, tra i 13 e i 20 anni, provenienti da 20 nazioni: il talento può rendere soli, invece va promosso e fatto conoscere

Molto più dotati della media, ma col rischio di essere anche molto più soli. Tra i partecipanti al meeting, spiega Marco Agozzino (16 anni), intervistato dal Corriere della Sera: «Faccio lo scientifico in un liceo piuttosto competitivo, mi trovo bene. Alle medie invece è stato più complicato. Forse ero io che mettevo in discussione gli insegnanti e questo creava molto imbarazzo. Il rischio più grande è quello di sentirsi diversi. E può capitare molto spesso». Anche per questo – ma non solo per questo – l’evento europeo svoltosi a Budapest dal 29 marzo al 2 aprile, nel corso del quale i partecipanti hanno potuto raccontare ed ascoltarsi, partecipare a dibattiti e parlare in pubblico: «Abbiamo fatto un lavoro bellissimo — continua Marco —. Ho conosciuto molte persone, per certi versi simili a te ma anche molto diverse, che condividono le tue stesse passioni»

Youth Platform (YP) e European Youth Summit – La YP è stata creata l’anno scorso, con il primo Youth Summit (YS), e consiste nel “braccio giovanile” dell’European Talent Support Network (ETSN, http://www.echa.info/high-ability-in-europe).

I Talent centre o i Talent points europei possono invitare i loro iscritti a farne parte. Gli obiettivi di YP sono principalmente tre: l’impegno per migliorare l’educazione della gioventù “gifted” a livello europeo (cioè verso i più talentuosi), favorire la collaborazione tra i vari Talent Centre supportando le loro attività e promuovere l’incontro dei vari membri con attività sia online che in presenza.

Lo Youth Summit, invece, è un evento che rappresenta un’occasione di incontro per chi vuole partecipare ai progetti della YP. A Budapest – e in ogni altro evento analogo organizzato da YP – si è previsto lo svolgimento di lezioni e laboratori sul topic delle soft skills. Altra caratteristica essenziale, la previsione di una forte caratura interattiva per favorire l’opportunità di conoscersi e familiarizzare con i ragazzi di altri paesi.

Visualizza il booklet informativo (in inglese): EYS17_Booklet__1_

 

Pubblicato il: 3 aprile 2017

Stampa Stampa
L'autore
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca