Domenica 10 settembre 2017

“Capire le nubi”: questo il tema della giornata mondiale della meteorologia

Capire le nubi”: questo il tema della giornata mondiale della meteorologia

Lanciata la piattaforma web “International Cloud Atlas” per le osservazioni delle nuvole, le previsioni del tempo e rilanciare la ricerca sul clima

Il 23 marzo è il giorno in cui, ogni anno, si festeggia la giornata mondiale della meteorologia. Evento forse poco noto, è comunque una delle più risalenti celebrazioni istituite dalle Nazioni Unite, nel 1971, con l’obiettivo di ricordare il giorno della fondazione dell’Organizzazione meteorologica mondiale (World meteorological organization, Wmo), nata per l’appunto il 23 marzo, ma 1950. Alla WMO oggi aderiscono oggi 191 stati membri e territori; Mission fondamentale dell’Agenzia è quella di di promuovere e favorire il coordinamento delle attività dei Servizi meteorologici a livello mondiale

Capire le nuvole – Quest’anno è lo slogan della manifestazione (in inglese, «Understanding clouds»). Del resto, le nubi giocano un ruolo fondamentale nelle previsioni meteorologiche e nelle allerte. Sono elementi importanti del ciclo idrologico e dell’intero sistema del clima. Nella storia hanno ispirato artisti, poeti, musicisti,fotografi a un innumerevole quantità di appassionati. Con questo tema, la WMO rilancia il dibattito e la ricerca sul clima terrestre, sottolineando con forza anche gli allarmi per l’inquinamento e il caldo. Con un aumento delle temperature non secondario, basti pensare che il rapporto sul clima 2016 (State of the global climate) ha calcolato in 1,1 gradi centigradi l’aumento di temperatura nel 2016 rispetto al periodo preindustriale, in costante ascesa anno per anno.

Anche in Italia le celebrazioni – Nel nostro paese, il tema e le celebrazioni della giornata mondiale della meteorologia sono assicurate dal l’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia (AISAM), che, in collaborazione con il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare, la Sapienza Università di Roma ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha organizzato un evento a Roma, nella prestigiosa Aula Magna del Rettorato della Sapienza.

Più info sull’evento: Locandina GMM 2017

 

Pubblicato il: 22 marzo 2017

Stampa Stampa
L'autore
Marco Panato

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca