Mercoledi 17 gennaio 2018

Vasco, 40 anni di successi: a Modena l’evento musicale dell’anno

Vasco, 40 anni di successi: a Modena l’evento musicale dell’anno

2017 – 1977, anno quest’ultimo in cui si affacciava un uomo da record nel panorama musicale italiano. 40 anni da allora, e la voce di Vasco Rossi a tutt’oggi graffia e fa il sold out, ad ogni concerto.

Gli inizi, difficili

Vasco Rossi non è uno di quei cantanti diventati famosi al primo ascolto, quando si è affacciato lui nel mondo musicale, non esistevano i talent show. Ecco perché quando nel 1977, grazie alla collaborazione con Gaetano Curreri degli Stadio, esce il suo primo 45 giri chiamato Jenny e Silvia, il Vasco nazionale fa molta fatica a convincere critici ed ascoltatori ma nonostante ciò non molla.

Comincia ad affinare il suo stile, pubblica nuovi album e nel 1982 partecipa al suo primo Festival di Sanremo con la provocatoria Vado al massimo. Il pubblico comincia ad apprezzarlo, soprattutto per quello che verrà definito un gesto provocatorio, (il microfono che si mette in tasca, e poi cade sul palco).

L’anno successivo il 1983 è la volta di un altro Sanremo e di Vita spericolata, cantata in playback. Per Vasco è l’inizio della scalata verso il successo, la canzone diverrà storia della musica italiana, pur non vincendo il festival.

Negli anni 80 Vasco Rossi, il Blasco o meglio ancora il Komandante o semplicemente Kom, come lo definiscono i suoi fan, non si ferma più, sembra essere sempre sul palco, per reggere lo stress dei continui spostamenti ed il crescente successo, inizia a fare uso di psicofarmaci e droghe.

E’ l’inizio di una fase nera per Vasco, tra il 1987 ed il 1994, viene persino arrestato per detenzione di stupefacenti e finisce in carcere. Solo i colleghi Fabrizio De Andrè e Dori Ghezzi gli stanno vicino.

La ripartenza

Poi, merito forse anche della paternità che lo fa tornare coi piedi per terra, ed un allontanamento di due anni dalle scene. Vasco ritorna dal suo pubblico, esce l’album C’è chi dice no, e tiene i primi concerti negli stadi.

Il tutto è un successo, i fan lo adorano la sua musica rock piace, arrivano brani memorabili, come Albachiara, Generale,  Vivere, Siamo soli. Vasco si prende persino il lusso di disdire all’ultimo un invito in Rai che gli aveva fatto Adriano Celentano.

Continuano  concerti, i suoi brani diventano colonna sonora di alcuni film, e riprendono i tour dei record.

Vasco nel frattempo è cambiato ed inizia anche ad impegnarsi nel sociale. Nel 1995 torna a SanSiro con un concerto evento, contro la guerra in Jugoslavia, per l’occasione ospita sul palco band di etnie diverse, canta per la prima volta Generale, di Francesco Degrogori, ed apre uno dei primi siti internet in Italia, dedicato alle testimonianze dei reporter di guerra.

Nel 1998, Vasco è ancora l’uomo dei record, apre l’Heinekem Jammin Festival, in 130000 corrono a vederlo su quel palco di Imola è il momento di definitiva consacrazione ad icona del rock italiano. Il successo ha sempre un prezzo, e lo stesso anno Vasco perde a causa di un overdose, il suo amico e coautore Massimo Riva. Da allora sarà ricordato ad ogni concerto.

Il successo continua, cosi come la pubblicazione degli album ed i numerosi concerti evento, che prendono il nome di “live kom”.

E l’ultimo grandissimo evento..

La grande festa al Modena Park: è l’evento musicale dell’anno

Nel 2017, l’ormai 65 enne Vasco, è un uomo che dalla vita ha avuto e dato molto, e decide quindi di rendere omaggio ai suoi tanti fan, in occasione dei suoi 40 anni di carriera. Li invita ad un unico concerto evento, il 1 luglio 2017 al Modena Park, luogo allestito in grande stile per l’occasione, all’invito rispondono 220000 fan, da tutta Italia. Il palco è lungo 165 mq, largo 23 ed alto quanto un palazzo di otto piani, dispone di 5 giganti maxi schermi a led, che coprono una superficie di 1500mq, 2100 punti luci.

I cancelli sono stati aperti eccezionalmente il giorno prima del concerto, per consentire man mano l’ingresso in sicurezza dei tanti partecipanti. C’è stato chi ha dormito in tenda vicino al Modena Park, già dal 29 Maggio!

I brani cantati, sono stati un susseguirsi di emozioni, scorre la vita artistica di Vasco in quelle note, si parte con Colpa di Alfredo e si chiude con Albachiara.

La festa di Vasco al Modena Park è durata quasi quattro ore, è iniziata alle 21,00 e terminata oltre le 00,30.

Lo stesso giorno 1/07/2017 il Modena Park è stato trasmesso in diretta in 195 sale cinematografiche in tutta Italia, ed anche nei palazzetti delle sport di Genova, Torino e Roma, in totale 51000 persone assistono al concerto, facendo totalizzare un incasso record di 743153 €.

E Vasco non ha ancora intenzione di fermarsi, il 2018 sarà l’anno del Vascononstoplive, una serie di concerti che c’è da scommettere sono già sold out.

Pubblicato il: 5 luglio 2017

Stampa Stampa
L'autore Parole chiave
Marco Panato

, , ,

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca