Arriva Italo, l’alternativa di Montezemolo sull’Alta Velocità

28 APRILE – Parte oggi il Nuovo Trasporto Viaggiatori proposto dalla cordata di azionisti di riferimento Montezemolo, Della Valle e Punzo, senza dimenticare l’importante quota azionaria di partecipazione delle ferrovie francesi SNCF. La prima, vera alternativa proposta in concorrenza all’offerta di Trenitalia, si vota al servizio, quello offerto al Viaggiatore, e per farlo sceglie di lanciare tre Ambienti (piuttosto che classi di servizio), di sfidare la qualità proponendo il pasto servito direttamente al posto (ma con un’area snack per gli ambienti piu convenienti), e lanciando addirittura la Carrozza Smart Cinema che punta a trasformare un No-Stop Roma-Milano in un viaggio nel grande schermo. Ecco allora che, rivolgendosi al Viaggiatore ma sopratutto alle sue esigenze, Italo, questo il nome del treno, cerca di accontentare un po’ tutti: un ambiente Smart, per chi è alla ricerca dell’essenzialità senza voler rinunciare al confort, dotato di un’area snack con distributori automatici; un ambiente Prima (che forse tradisce, nel nome, l’intento di riunciare alla tentazione delle tradizionali classi), dove poter gustare il pasto rimanendo seduti sulle poltrone e con quotidiano gratuito; fino ad arrivare all’ambiente Club, collocato all’estremità del treno per garantire maggiore tranquillità in una carrozza che comprende comode sedute integrate di touch screen da 9″ e due salottini da 4 posti pensati per chi richiede maggiore privacy, oltre al personale dedicato, a disposizione per rispondere alle esigenze del viaggiatore Business.

Progettato dal leader mondiale Alstom, il treno di ultima generazione AGV575 sembra riuscire a coniugare il piacere e il comfort del viaggio (le poltrone sono tutte rivestite in pelle Frau) alla sicurezza in linea con l’ambiente, grazie all’utilizzo di materiali riciclabili al 98% e ad una migliore silenziosità sia per chi viaggia sia per l’ambiente esterno. I titoli di viaggio sono già acquistabili online sul sito della società e in ognuna delle stazioni in cui Italo transiterà. Stazioni queste che escono dal circuito classico, tanto caro a Trenitalia, per andare a riscoprire stazioni meno conosciute: a Milano si partirà infatti da Porta Garibaldi e Rogoredo mentre a Roma da Tiburtina e Ostiense. In ognuna di queste (e in tutte le altre toccate dalle tratte: Torino Porta Susa, Bologna Centrale, Firenze S. Maria Novella, Napoli Centrale, Salerno Centrale, Venezia S.Lucia, Mestre e Padova) saranno presenti i centri servizi dedicati, chiamati Casa Italo, in cui poter effettuare l’acquisto dei biglietti e chiedere informazioni o assistenza. Due saranno le direttrici delle corse: una, che partirà da Torino, attraverserà Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli fino a Salerno e l’altra che partendo da Venezia si collegherà a Roma, transitando per Padova, Bologna e Firenze; sarà solo dal 1° Settembre che partirà però il no-stop Milano-Roma.

Per fidelizzare i passeggeri e non rinunciare ai viaggiatori frequenti, anche Ntv ha pensato al suo programma fedeltà che consente di accumulare punti (per le compagnie aeree si direbbe Miglia) spendibili in viaggi o premi in catalogo, oltre che di mantenere un contatto diretto con il personale Italo. Da non dimenticare poi è la partenership con Alpitour che ha dato luce alla creazione di un portale web, Italotour, in grado di offrire pacchetti turistici e tour d’arte che coniugano il trasporto ferroviario e l’offerta di tremila hotel. Un’idea che sembra ricordare molto il trasporto aereo, non fosse solo per il tempo di percorrenza impiegato ormai dall’alta velocità, permettendo però al contempo di evitare al viaggiatore tutti i fastidiosi controlli di sicurezza previsti nel settore aereo e di arrivare in stazioni ben più centrali rispetto agli aeroporti. La concorrezza è quindi aperta non soltanto sul fronte ferroviario con Trenitalia ma anche con i FrequentFlyer Alitalia che si troveranno a poter scegliere una proposta forse addirittura più accativante del volo.

Lascia un commento