Curiosando in giro per l’Italia: cose che forse non sai di alcune città

Curiosando in giro per l’Italia: cose che forse non sai di alcune città

La nostra bella Italia è piena di storia, monumenti e cultura, le nostre città sono piene di aneddoti e curiosità. Andiamo un po in giro.

 

VERONA CURIOSITA’ STORICO- AMOROSA

Il pozzo degli innamorati Corrado ed Isabella! Verona non è solo Romeo e Giulietta, tra i vicoli e le viuzze di questa incantevole città c’è un pozzo testimone di un altro ahinoi tragico amore, quello tra il soldato Corrado di San Bonifazio, un giovane soldato, e Isabella Donati, vissuti forse nel cinquecento. Pare che Isabella non ricambiasse l’amore di Corrado che l’accusava di essere fredda come l’acqua del pozzo, lei gli propose di buttarsi per vedere se l’acqua fosse davvero gelata e lui esegui distrutto per l’amore non ricambiato. Isabella poco dopo, pentita del gesto compiuto si gettò a sua volta nel pozzo…

 

PADOVA CURIOSITA’ TRA ORTO ED ARTE

L’orto botanico di Padova pare essere la serra più antica di Italia pare esista dal 1543. Si dice che si coltivassero inizialmente girasoli e patate. Un altro luogo curioso da vedere è la collezione Minici Zotti che raccoglie macchine scientifiche volte alla manipolazione dell’immagine come l’anamorfosi (leonardesca!), il coreutoscopio, la lanterna magica e la camera oscura (quella che il grande pittore Canaletto utilizzò per ritrarre la bella piazza padovana di Prato della Valle).

 

MANTOVA CURIOSITA’ ORIENTE O OCCIDENTE

Fiori di loto – Mantova è circondata da quattro laghi artificiali, di cui uno prosciugato nel tempo. Nel lago Superiore, durante i mesi estivi, crescono i fiori di loto. La loro introduzione non è dovuta certo a motivi ornamentali, bensì si voleva ricavare la farina di loto per la panificazione. L’esperimento non è andato bene, ma i fiori che popolano tuttora il lago sono spettacolari!

 

VICENZA CURIOSITA’ PERSONAGGIO ILLUSTRE

Vicenza è la città del Palladio. Architetto del rinascimento fra i più illustri, nacque a Padova, lavorò in tutto il Veneto, ma unì indissolubilmente il proprio nome a Vicenza, con delle opere, irraggiungibili. La Basilica, capolavoro del Palladio nel centro della città, non era anticamente adibita ad usi religiosi. La torre attigua fu il primo orologio meccanico della città nel 1378.

 

ROVIGO CURIOSITA’ ARCHITETTONICA

La bella chiesa di Santa Maria del Soccorso, detta la Rotonda, per la forma ottagonale, è probabilmente il monumento più rappresentativo della città. Fu costruita per conservare una Vergine con Bambino che reca in mano una rosa oggetto di devozione. Nella chiesa un simpatico foro gnomonico consente di sapere la longitudine e latitudine dell’edificio (attraverso il gioco della luce solare che lo attraversa).

 

LAGO DI GARDA CURIOSITA’  CINEMATOGRAFICA

Pochi sono a conoscenza che il nostro grande lago, ospitò per un certo periodo possenti galeoni e scorribande di pirati. E’ una pagina nascosta della storia lacustre, giustificata dal fatto che non si trattò di realtà ma di finzione cinematografica: il basso Garda fu infatti utilizzato come location per “girare” alcuni film in tema piratesco!

Siamo all’inizio degli anni ‘60, il turismo non era ancora un fenomeno di massa, mentre la cinematografia italiana viveva di uno slancio positivo. Fu in questo contesto che alcuni imprenditori cinematografici scelsero il lago di Garda quale ambientazione per realizzare film su tematiche marinaresche. La tradizione era a nostro favore: nel 1862 il territorio veronese era stato terra natìa per Emilio Salgari, scrittore famoso per le sue narrazioni in tema di pirati e corsari. Indimenticabile la saga di Sandokan, resa popolare dallo sceneggiato televisivo della Rai che a metà degli anni ‘70 tenne incollata l’Italia al piccolo schermo, ravvivato dalle gesta di Kabir Bedi e Philippe Leroy, al secolo “Yanez”

 

BOLZANO CURIOSITA’ CASTELLI

Bolzano città di castelli! Il territorio è costellato di interessanti e preziose rocche turrite: Castel Roncolo, su uno sperone appuntito, conserva uno straordinario ciclo di affreschi trecenteschi profani; Castel Mareccio, pittoresco fra le vigne profumate che lo avvolgono; Castel Firmiano, del 945, è il più antico castello dell’Alto Adige, appartenuto direttamente ai conti del Tirolo che lo ribattezzarono Sigmundskron (corona di Sigismondo); Castel Flavon, con sontuosi saloni affrescati del cinquecento

 

TRENTO CURIOSITA’ ENOGASTRONOMICA

Mangiare e bere a Trento. Famosi sono i canederli in brodo, versione italiana dei tirolesi knoedel, per secondo un bel tronco di pontesel a base di salsiccia in umido o vari brasati al Teroldego, selvaggina, cacciagione, trote, varie specialità di reminescenza asburgica (è diffuso anche il gulash) e lo speck, salume che ha riscosso successo su tutte le tavole italiane.

Grazie al particolare microclima delle valli, il vino della regione e dell’area di Trento in special modo, è di elevatissima qualità: Marzemino, Teroldego, Traminer, Mueller Thurgau e lo Spumante, realizzato con un metodo non a caso chiamato Trento Classico.

 

VENEZIA CURIOSITA’ “MICIOSA”

I gatti veneziani. Chi ha detto che i gatti odiano l’acqua? A vedere quanti felini sonnecchiano per Venezia non si direbbe proprio. I gatti a Venezia sono non solo numerosi ma anche ben coccolati, ospiti delle famiglie o accuditi dalle “gattare”.

Importati anticamente dal Medio Oriente, hanno saputo da subito farsi apprezzare per il prezioso aiuto contro il proliferare dei topi. Si dice che il doge Francesco Morosini fosse talmente affezionato alla sua gatta da portala con sé persino in guerra mentre il gatto di un caffè dell’Ottocento, nella zona dei Frari, fu addirittura ritratto in una scultura.

 

Lascia un commento