Fuori Aula Network. L’avventura radiofonica dell’ateneo veronese

22 APRILE – La parola chiave del volume “Radio Education – Case history di una radio universitaria: l’esperienza di Fuori Aula Network”, è senza dubbio “sogno”. Sogno perché il libro in sé stesso è già la realizzazione di un progetto della sua curatrice, la giovane giornalista veronese Tiziana Cavallo, ed espressione di una volontà che ha saputo superare i fatidici mille ostacoli che qualsiasi opera di questo tipo prevede. E sogno perché il libro descrive la realizzazione di un altro grande desiderio: la radio universitaria veronese Fuori Aula. Il volume spiega nei minimi dettagli, infatti, la genesi, la creazione, la realizzazione di una piccola grande iniziativa dell’ateneo scaligero: una vera e propria avventura raccontata dalla sua ideazione fino alla sua consacrazione, passando attraverso le ansie, i problemi burocratici, le difficoltà tecniche, i primi esperimenti con media locali (RadioVerona e TeleArena) e i piccoli successi quotidiani che questo medium ha saputo, nel corso degli anni, creare e raggiungere. Si tratta di un resoconto, che può risultare, in fondo, anche un’utile guida per chi vuole intraprendere la stessa strada, una sorta di manuale per giovani imprenditori del multimediale. “Dall’analisi della bibliografia di riferimento si notava la mancanza di un manuale che avesse anche un risvolto pratico” spiega la curatrice del volume Tiziana Cavallo. “Per questa ragione è nato questo libro, che risulta una via di mezzo tra diario di un’esperienza, manuale pratico per chi desidera realizzare una web radio di tipo scolastico e universitario e libro di analisi e riflessione sui principi e i valori della Media Education. Il testo nasce come racconto della nascita ed evoluzione del progetto di radio universitaria veronese a partire dalle prime trasmissioni su radio locale fino alla ideazione e realizzazione di una vera e propria web radio universitaria”.

Una storia, perché alla fine di questo si tratta, ben scritta e sorprendentemente omogenea, pur nella differenza di stili che caratterizza i vari contributi. Tra gli autori studenti ed ex studenti fautori del progetto stesso: Andrea Diani, Michel Mattivi, Paolo Paparelli, Riccardo Poli, Sebastiano Ridolfi, Ilaria Malagutti e professionisti del settore radiofonico universitario come Romeo Perrotta. D’altronde i veri protagonisti di questa storia risultano essere proprio loro, gli studenti dell’Università di Verona, che hanno deciso dapprima di mettersi in gioco e poi di portare a termine gli impegni presi con i propri tutor e i propri compagni. Tiziana Cavallo lascia nella sua opera ampio spazio ai contributi dei suoi pupilli, non dopo aver spiegato nel lungo capitolo introduttivo la genesi di Fuori Aula, comprese le iniziali resistenze che ha dovuto superare. Ed è proprio in questa seconda parte del libro che emerge la bontà di questo progetto in tutta la sua potenza. Fuori Aula ha saputo aiutare a crescere questi ragazzi, stimolando la loro fantasia, la loro professionalità, le loro capacità e, non ultimo, la propria forza di volontà. Fino a renderli indipendenti e capaci di camminare con le proprie gambe, nel mondo dei media e in generale del lavoro. Fra i vari contributi, non ce ne vogliano gli altri, segnaliamo l’ironico e spumeggiante capitolo di Paolo Paparelli dal titolo “Una radio per la nostra musica”, da leggersi tutto d’un fiato Ricordiamo, infine, la prefazione di Claudio Baccarani ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all’Università di Verona e la postfazione del dj radiofonico e musicista Alessio Bertallot.

I diritti d’autore del libro sono stati devoluti al progetto “Adotta una radio” nato contestualmente al libro. Il ricavato della vendita del libro è così servito ad aiutare radio in Paesi e realtà meno fortunate  come le radio comunitarie e rurali africane o sudamericane.

Autori Vari.

Radio Education –  “Case History di una web radio universitaria: l’esperienza di Fuori Aula Network”, a cura di Tiziana Cavallo

Pag. 194, Fausto Lupetti Editore, € 14, 2009

 

Ernesto Kieffer

Ernesto Kieffer

Inizia nel 2000 a collaborare per alcuni periodici veronesi come “”L’Altro Giornale”, “L’Adige” e “Verona Fedele” e ottiene nel 2002 il patentino di Giornalista Pubblicista. Laureato, casualmente, in Giurisprudenza nel lontano 2003, è – suo malgrado – dal settembre di quello stesso anno un impiegato di banca. Nonostante ciò, persegue con costanza davvero invidiabile il sogno di essere un giorno un giornalista a tutti gli effetti e si lancia nel corso del tempo in più di qualche folle progetto editoriale. L’ultimo? Ma “Il Nazionale”, of course. Pratica con “inequivocabili” risultati il calcetto e millanta di essere un musicista. Ma sono notizie false e tendenziose.

ernesto-kieffer has 66 posts and counting.See all posts by ernesto-kieffer

Lascia un commento