Racines, prime impressioni…

21 LUGLIO –

Dopo l’esordio contro i volenterosi dilettanti della Val d’Isarco – terminato con un roboante 12 reti a zero – nel piccolo impianto sportivo di Racines, gremito da oltre duemila tifosi gialloblù saliti sino in Val Ridanna per poter ammirare da vicino i propri beniamini, è andato in scena il secondo test stagionale contro la compagine altoatesina del Sud Tirol. Il match, sulla carta decisamente più attendibile rispetto al precedente, ha permesso a Mandorlini di verificare il livello di condizione dei suoi uomini, iniziando a provare qualche diversa soluzione tattica. La più importante di queste, oltre ai classici esperimenti tipici di questo periodo di preparazione, è stata quella che ha visto in campo la coppia d’attacco formata da Luca Toni e Giampaolo Pazzini. Nonostante qualcuno si ostini a vedere difficile la convivenza tra i due, è chiara, invece, la volontà dell’allenatore di non lasciare nulla di intentato. Le caratteristiche dei due bomber sono senza dubbio quelle della prima punta, tuttavia, una volta trovato l’equilibrio, possono sicuramente diventare una valida alternativa d’attacco. Sotto il profilo squisitamente tattico – così almeno si evince da questa prima uscita – la novità sembra essere rappresentata da un “adattamento” dell’abituale 4-3-3 dove ad una fase offensiva che vede i due accentrarsi per lasciare spazio alle incursioni sulle corsie laterali, si accompagna una fase difensiva caratterizzata dal più classico dei 4-4-2. Una scelta sicuramente interessante che per essere messa in pratica necessita, però, della presenza in campo di giocatori in grado di difendere e, soprattutto, garantire pronte e rapide ripartenze. La partita di domenica ha evidenziato, inoltre, l’ottimo stato di forma di Emil Hallfredsson, Bosko Jankovic e Juanito Gomez – gli ultimi due entrambi freschi di rinnovo pluriennale – apparsi già “in palla” e desiderosi di disputare una grande stagione. Ora la marcia di avvicinamento al campionato proseguirà contro Trapani e Kaykur Rizespor per concludersi il 1 Agosto con l’affascinante trasferta tedesca in casa dell’Amburgo. In queste settimane che separano i gialloblù dall’inizio della stagione la parte del padrone la farà ancora una volta il mercato con il quale Mandorlini dovrà giocoforza convivere sino al 31 agosto, ultimo giorno utile per concludere le trattative in corso. Nel frattempo godiamoci queste prime uscite dove le indicazioni ottenute sono già più che confortanti. Se il buongiorno si vede dal mattino…

Enrico Brigi

Lascia un commento