Lunedi 26 giugno 2017

L’alibi (im)perfetto

<img class="alignleft wp-image-20084" src="http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia.jpg" alt="" width="209" height="118" srcset="http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia.jpg 1280w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia-190×107.jpg 190w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia-322×181.jpg 322w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia-768×432.jpg 768w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia-444×250.jpg 444w, http://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2017/02/Fabio-pecchia-50×28.jpg 50w" sizes="(max-width: cheap nfl jerseys 209px) 100vw, 209px” />29 MARZO 2017 – I gialloblù non sanno più vincere. Il misero ruolino di marcia del girone di ritorno – solamente tre vittorie in undici giornate – non rappresenta certo il passo di una squadra che ambisce alla promozione diretta in serie A. Da diverse settimane l’undici di Fabio Pecchia sembra aver smarrito il feeling con i tre punti ma, soprattutto, appare lontano il periodo in cui la sua squadra impressionava per brillantezza e qualità. Il motore scaligero “batte in testa ” e il tecnico, che continua ostinatamente a vedere il “bicchiere mezzo pieno”, appare incapace di trovare adeguate contromisure.

In questi casi la miglior ricetta è quella di scovare le cause del male senza cercare rifugio in comodi alibi. In casa gialloblù, invece, accade proprio questo con società e staff tecnico distratti in una assai poco producente “caccia alle streghe” con l’inevitabile conseguenza di Cheap Jerseys perdere di vista il reale nocciolo del problema. Precarie condizioni del terreno di gioco, atteggiamento oltremodo difensivo degli avversari, direzioni arbitrali avverse sono risultate le motivazioni più gettonate, con quest’ultima a farla da padrona. Il problema vero è, tuttavia, un altro. La squadra palesa una condizione fisica lontana dal top e paga l’assenza di pedine adatte al 4-3-3. Il modulo scelto dal tecnico di Formia, infatti, richiede la presenza di esterni rapidi e veloci, in grado di saltare l’avversario nell’uno contro uno e creare la superiorità numerica, e tra gli attaccanti a disposizione nessuno sembra particolarmente dotato in tal senso. Tutto l’ambiente, consapevole del ricco paracadute a disposizione, aveva riposto le proprie aspettative in un intervento della società nello scorso mercato di gennaio. Aspettative andate, purtroppo, deluse da Setti&Fusco, secondo i quali l’organico a disposizione non necessitava di alcuna miglioria. L’alternativa cheap oakleys sunglasses poteva essere rappresentata da un cambio di modulo ma anche qui, salvo qualche sporadica occasione, non si sono notati sino ad ora particolari cambiamenti.

I nodi, però, iniziano a venire al pettine. La dura realtà è sotto gli occhi di tutti perché se non riesci a vincere con cheap nfl jerseys shop squadre sulla carta notevolmente inferiori, significa che qualcosa inizia a non tornare. La continua ricerca di alibi da offrire alla squadra allontana il problema ma non lo risolve. A dieci partite dalla fine, posto che i giocatori questi sono e questi restano, e con lo spettro dei play-off dietro l’angolo, diventa necessaria una decisa sterzata, per non compromettere quanto di buono fatto sino ad ora.

Dietro le quinte circola anche il sospetto, quanto fondato non si sa, che Setti non sia così preoccupato, visti i 15 milioni di euro che arriverebbero nelle casse gialloblù in caso di mancata promozione. wholesale nfl jerseys Il presidente ha smentito pubblicamente questa ipotesi, definendola semplicemente fantasiosa e priva di fondamento. Tutta la tifoseria auspica che sia veramente così anche шкафа-купе se, a pensar male, a volte ci si indovina….

Enrico Brigi

Pubblicato il: 29 marzo 2017

Stampa Stampa
L'autore
Enrico Brigi

Seguici

Ricevi le notizie nella tua casella di posta elettronica


Oppure se utilizzi Facebook clicca