Stanno Arrivando i gialloblù…

serie a 221 maggio 2013 – FinAlmente! Ben undici anni sono passati da quell’infausto pomeriggio del 5 maggio 2002 che vide i gialloblù nfl jerseys shop salutare la Cheap Jordan Shoes serie A dopo una sonora sconfitta per tre reti a zero contro il Piacenza. Ora, dopo il pareggio con l’Empoli nella giornata conclusiva, il popolo gialloblù può festeggiare il ritorno in Serie A. Dopo aver addirittura sfiorato Cheap Jordans il baratro della serie C2 – vittoria all’ultimo minuto dei play out contro 중금리대출 la Pro Patria nel 2008– sembra impossibile solo pensare che il prossimo anno si torneranno a calcare campi come San Siro, Olimpico o Juventus Stadium. Eppure è tutto straordinariamente vero, dopo una cavalcata emozionante è arrivata un’altrettanto emozionante promozione. Della partita di sabato con l’Empoli credo non ci sia molto da dire o aggiungere. Le due squadre hanno badato esclusivamente a “non farsi del male”, visto che il pari garantiva ad entrambe il raggiungimento dei propri obiettivi.
Se dobbiamo assegnare quindi la palma del migliore in campo, questa spetta indiscutibilmente al commovente pubblico del Bentegodi. I quasi trentamila che hanno gremito gli spalti – se la Questura avesse autorizzato l’apertura della curva Nord sarebbero stati molti di più – hanno fatto da cornice all’appuntamento con la storia regalando uno spettacolo unico ed emozionante, degno dei migliori stadi britannici. Un tifo caldo ed incessante, fatto di cori e slogan, che solo al 40° del secondo tempo si è “lasciato andare” ad un giustificato “Torniamo in serie A..!!! “.
Il merito maggiore di questa trionfale stagione è da assegnare invece a mister Andrea Mandorlini. Il tecnico di Ravenna, ha saputo ancora una volta dare alla ray ban sale sua squadra una precisa identità – erano molti i volti nuovi rispetto alla stagione scorsa – conducendola “strada facendo” ad una seconda fantastica promozione, dopo quella di appena due stagioni orsono, quando i gialloblù salirono dalla Lega Pro alla serie B. Ora ahimè si rincorrono già strane voci sulla sua possibile mancata riconferma. Una società è giusto che faccia consapevolmente le proprie scelte, tuttavia credo che Mandorlini, al di là del grande legame con la piazza scaligera, possa dare ancora molto alla causa gialloblù. Mi auguro quindi che Setti e Sogliano, prima di prendere decisioni che possano poi dimostrarsi “affrettate”, sappiano fare la scelta migliore. A questa società, così finalmente ben organizzata e ben strutturata, credo comunque sia doveroso consentire di fare con calma e serenità tutte le valutazioni del caso.
Passando ai giocatori – Sogliano ha avuto il merito di costruire una rosa decisamente competitiva e di qualità – appare quasi scontato assegnare l’oscar a Daniele Cacia, autore di ben 24 centri, cifra che gli è valsa il titolo di capocannoniere del campionato. Ciononostante il mio dieci e lode va a Jorginho. Il talentuoso centrocampista – lanciato guarda caso proprio da Mandorlini nella scorsa stagione – schierato quest’anno nel suo ruolo naturale davanti alla difesa ha disputato un campionato eccellente, dimostrando indiscutibili doti di qualità e personalità, che ne hanno fatto un oggetto pregiato del prossimo mercato, tanto che sarà molto difficile trattenerlo ancora in maglia gialloblù.
Ma il plauso maggiore da parte dell’intero popolo dell’Hellas spetta senza dubbio al presidente Giovanni Martinelli, al quale va il nostro grazie più grande per il coronamento di questo sogno. Il “presidente” gialloblù, nonostante la malattia che da tempo lo accompagna, non ha mai fatto mancare il suo apporto dimostrando una passione ed un attaccamento a questi colori che difficilmente trovano eguali. La promozione in serie A rappresenta quindi il regalo più grande per un uomo che in questi anni ha dato alla causa gialloblù tutte le sue forze e che merita l’infinita riconoscenza del pubblico di fede Hellas.
Ora come è giusto che sia, spazio ai meritati festeggiamenti ma dalla prossima settimana si torna di nuovo al lavoro per preparare Ray Ban Outlet la prossima stagione. Qualunque siano le scelte che si faranno – Mandorlini confermato o no in primis– l’importante è considerare la promozione non come punto di arrivo ma come punto di un nuovo inizio. Stanno arrivando i gialloblù..!

Enrico Brigi

Lascia un commento