La musica underground araba a MediOrizzonti

L’ultimo dei quattro appuntamenti al cinema di MediOrizzonti segue alcuni artisti della scena underground araba con il documentario “Yallah! Underground” di Farid Eslam (Repubblica Ceca, Germania, GB, Canada, USA, 2015, 85′) lunedì 28 ottobre alle 20.30. Modera Stefania Berlasso, giornalista esperta di musica, ingresso al Cinema Nuovo San Michele, Via V. Monti 7c, a 5 euro. Il documentario segue, dal 2009 al 2014, alcuni degli artisti più influenti e progressisti della cultura underground araba di oggi (Egitto, Libano, Palestina, Giordania e Israele) e documenta i loro lavori, sogni e paure in un momento di grande sconvolgimento per la società. Questi giovani artisti hanno lottato per anni per esprimersi liberamente e rappresentano una nuova generazione che integra aspetti di diverse culture e filosofie nel proprio stile di vita e nella propria professione.

«Ho vissuto a Beirut per un po’ – ha spiegato il regista Farid Eslam – e lì ho incontrato molte persone che abitavano a Ramallah o a Dubai. Ho capito, stando con loro, quanti preconcetti avessi io stesso sul mondo arabo. Sono stato molto colpito dalla ricchezza della scena culturale dei paesi arabi. Quello che viene trasmesso in Occidente, invece, è solo il fanatismo religioso, che però è soltanto un briciolo della realtà di questi luoghi.» E il suo film, infatti, compie questa operazione, tutt’altro che semplice, a ben vedere.

MediOrizzonti vuole essere una finestra sul mondo arabo che vuole aprire sguardi differenti su Paesi troppo spesso stereotipati nella rappresentazione mediatica. L’appuntamento è al Cinema Nuovo di San Michele Extra a Verona che ha supportato l’iniziativa dell’associazione culturale veronetta129 e La Sobilla. E vede la collaborazione del Middle East Now di Firenze, l’associazione culturale Italo-Spagnola ACIS, l’associazione InAsia, la libreria Pagina Dodici, il ristorante Tabulè e il gruppo di analisi intercultuale Prosmedia. Media partner “Il Nazionale”.

Ecco di seguito il programma con gli ultimi due incontri con gli autori:

  • martedì 5 novembre alle 18.30: appuntamento in libreria con To Megálo Navágio – il grande naufragio a cura di Pagina Dodici. Un reading “d’assalto” di e con l’autore Paolo Ganz in Corte Sgarzarie, 6a. Ingresso libero;
  • giovedì 14 novembre alle 18.00: Sana’a e la notte. il tempo fra l’incanto e la distruzione a cura di inAsia. Presentazione del libro (Poiesis, 2019) con l’autrice Elena Dak a Lo Speziale, Via XX Settembre, 7abc. Ingresso libero.
Una scena di “Yallah! Underground”
Facebook Comments

Serena Dei

Laureata in Giurisprudenza, Serena Dei è giornalista pubblicista e scrittrice. È editor di opere inerenti a cucina, enogastronomia, benessere, attualità e infanzia; collabora con varie testate e case editrici. È caporedattrice de "Il Nazionale-Verona" del settore Cultura&Spettacoli.

Serena Dei ha 44 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Serena Dei

Serena Dei

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Twitter
LinkedIn