L’oroscopo dei viaggi

Il momento è cruciale: a fine anno inizia già quella voglia di impacchettare i bagagli e partire. Se siete viaggiatori o semplicemente volete godervi una gradevole vacanza per voi stessi lo stimolo arriva naturale. Per gli altri, il modello sociale in voga impone di postare qualche foto esotica su Instagram quanto prima possibile. Comunque sia, occorre far mente locale: dove andare alla prima occasione in cui si avrà qualche giorno di ferie è una decisione che non dev’essere presa alla leggera. Perché l’esito delle vacanze, a prescindere da tutto, può dare la spinta giusta a quel che avverrà una volta a tornati a casa. “Il Nazionale” è testata sensibile tanto da sobbarcarsi un compito sociale. Per permettere ai propri lettori di non sbagliare meta, ispirati dai tedeschi di “Holidayclick” ci siamo rivolti alle stelle e allo zodiaco. Ne abbiamo seguito l’ispirazione, rimodulando il tutto secondo un’ulteriore approfondita consultazione degli astri, adattandola, quando necessario, al gusto e le inclinazioni italiche.

Ariete (dal 21 marzo al 20 aprile)

Cari arieti, l’anno partirà in salita, ma non abbattetevi. Ad aprile arriva Venere e vedrete che le cose cambieranno. Dalla fine di giugno poi farà irruzione Marte ed è possibile che l’anno giri in positivo. Va da sé che la necessità è coniugare un primo momento-no a un possibile futuro momento-sì. Alla ricerca di vibrazioni positive, ad occhio, dove andare se non in qualche isola caraibica? Le condizioni meteorologiche garantiscono in pratica dodici mesi al sole, che per gli appartenenti a questo segno pare sia una priorità. Gli arieti sdraiati in spiaggia però ci restano giusto qualche ora: dunque è necessario trovare un luogo che permetta di passare velocemente all’azione. Cuba assicura l’abbronzatura e la possibilità di praticare attività sportive, di divertirsi, ballare, visitare e scoprire luoghi che nell’immaginario collettivo hanno un loro perché. Un esperienza estremamente interessante anche per chi non ha mai considerato il Lìder Maximo l’uomo politico di riferimento o non ha nell’armadio una maglia con il volto del Che stampato sopra.

La spiaggia di Varadero, Cuba

Il cocktail ideale: cultura a L’Avana, sport a Varadero. Il mare a Cuba è splendido ovunque: dal punto di vista logistico Varadero, a nord, è perfetta. Offre spiagge tra le più belle dell’isola e un impressionante mondo sottomarino. Il costo della vita è decisamente conveniente: per le immersioni, l’attrezzatura può essere noleggiate senza svenarsi e i resort hanno prezzi che permettono di far vacanze di buon livello e tutto compreso a cifre contenute. Una volta ammirato il mondo sommerso popolato di aragoste, coralli e calamari è però necessario approfittare di quello emerso attraverso un’appendice di viaggio a L’Avana. La capitale mantiene quel poetico non-so-che fuori dal tempo. Caos e andamento lento coesistono tra musica e vecchie automobili, cocktail e sigari.

Toro (dal 21 aprile al 20 maggio)

Il 2020 è un anno magico. Lavoro, amore e fortuna sono tutti dalla parte dei tori. Giove strizza l’occhio e li galvanizza. Poteva andare meglio? No, sarebbe da rispondere, anche perché le stelle faranno pure da compagne di viaggio, oltretutto senza incidere sul budget. Si deve sfruttare l’occasione per mettere in programma un’esperienza in una destinazione stimolante ed emozionante. I tori amano la natura, gli animali e l’originalità. Vogliono scoprire qualcosa di nuovo. Allora, signore e signori, la Namibia vi aspetta. Il Paese sulla costa sud-occidentale dell’Africa vi colpirà per la natura incontaminata e la fauna. Noleggiate un auto (un 4×4 è meglio, fidatevi) o lasciatevi guidare in un tour circolare del Paese, tra spazi immensi, popolazioni locali ancora fedeli alle proprie tradizioni e un patrimonio culturale con curiose e controverse influenze germaniche.

Le dune di Sussousvlei, Namibia

Una non-località: Sossusvlei. Le dune del deserto nella Namibia occidentale sono uno dei più affascinanti spettacoli che la natura regala al nostro pianeta. Qui cambiano colore a seconda della posizione del sole e dell’umidità. Sossusvlei, che è semplicemente il nome di luogo geografico, ne è la quintessenza: una pozza d’acqua effimera circondata da colline di sabbia. Amici tori, però prenotate preventivamente il viaggio: le distanze tra una località e l’altra sono notevoli e il rischio di non trovare disponibilità in corso di viaggio è alto. Restare senza alloggio, in mezzo al nulla, vi farebbe imbufalire più di un drappo rosso sventolato davanti ai vostri occhi.

Gemelli (dal 21 maggio al 21 giugno)

Con Venere in giro dai primi di aprile ai primi di agosto, i gemelli sono in una botte di ferro. In amore trionferanno, quindi nei viaggi occorre puntare a qualcosa che faccia sussultare il cuore. Il carattere dinamico e aperto li farà cercare di innamorarsi di un posto frizzante ma con aspetti controversi. La loro natura li rende sensibili alle metropoli vivaci e alla moda. Shanghai in Cina è ben oltre una grande città: una megalopoli in grado di produrre l’effetto desiderato. Città in crescita senza freni, con uno skyline impressionante quanto spettacolare. Le luci notturne faranno il resto in un luogo in cui la vita pulsa come in pochi altri nel nostro pianeta.

Lo skyline di Shanghai, Cina

La meta ideale: Shanghai. La città ha davvero tanto da offrire. I dubbi sono solo positivi: cosa visitare prima? Il Bund, il favoloso lungofiume, oppure il quartiere della Concessione Francese o la nuova area di Pudong? Una passeggiata per Yuyuan Old Street e per il pittoresco quartiere di Tian Zi Fang, per poi affrontare i negozi di West Nanjing Road è la garanzia che non tornerete a casa a mani vuote. Frenesia e andamento lento coesistono in una città che, tra business e divertimenti, autenticamente sembra non dormire mai.

Cancro (dal 22 giugno al 22 luglio)

Mettetevela via, nel 2020 ci sarà da lottare. Giove e Saturno martelleranno fin da subito, con il secondo che darà tregua solo da fine anno. Viaggiare per dimenticare tutto può essere un’idea ma quando pianificherete le vacanze. cari cancri, pensate innanzitutto a rilassarvi. Meglio restare nei paraggi per non doversi stancare troppo? Probabile. L’Italia è bellissima, perché non approfittarne? Napoli, Capri e la costa amalfitana, Toscana, Roma o Sicilia permettono di non dover snaturare neppure troppo le proprie abitudini e di godere della qualità della cucina del nostro Paese in luoghi che dal punto di vista culturale arricchiscono sia la mente che l’anima.

Il profilo di Amalfi, Italia

Direzione: Costiera amalfitana. Patrimonio dell’Unesco, la fascia costiera tra Salerno e Napoli è sospesa tra il mare blu cobalto e le pendici dei monti Lattari. Vallate e promontori tra calette, spiagge e terrazze coltivate ad agrumi, viti e ulivi. Un ambiente unico, perfetto esempio di paesaggio mediterraneo con il valore aggiunto del patrimonio culturale e naturale, figlio di una straordinaria evoluzione storica. Vietri sul Mare, Positano, Amalfi e Ravello sono i primi posti da inserire nel percorso ma da lì si può andare anche ben oltre, vista l’opportunità: da Sorrento, Capri e Pompei sono a portata di mano. Luoghi sorprendenti che ritemprano anche per la qualità della ricettività. L’unico accorgimento è non affrontarle in altissima stagione estiva in automobile: trovare un parcheggio a Positano può essere più difficile che vincere alla lotteria.

Leone (dal 23 luglio al 23 agosto)

Al leone sta girando tutto bene fin dal 2019. La ricerca di un’esperienza di viaggio unica sarà il loro mantra nel 2020. Gli astri dicono che Venere transita felice in primavera e da fine giugno Marte darà al segno zodiacale grande energia e resistenza: va da sé che occorre sfruttare la situazione per partire per una destinazione impegnativa. Occhio però a partire prima della fine dell’anno, perché con Saturno e Giove in opposizione in quel periodo occorrerà rivedere i budget. Dunque non perdete tempo: guardate lontano fin da subito. Verso l’India sarebbe perfetto. La terra dei contrasti si svela immediatamente e assicura emozioni senza soluzione di continuità: palazzi mozzafiato e paesaggi incontaminati, spiagge da sogno e montagne, spiritualità e lusso, cultura millenaria e tecnologia all’avanguardia faranno tornare a casa arricchiti dal punto di vista delle esperienze.

Una festa tradizionale in Rajasthan, India

Da non perdere: Mumbai e il Rajasthan. Difficile non restarne colpiti: l’India propone una gamma ampissima di attività da inserire in un viaggio. Meglio concentrarsi in una zona altrimenti servirebbero mesi per poterlo girare senza l’effetto slideshow. L’ex Bombay e la provincia del Rajasthan, a nord ovest, garantisce una vacanza ideale. Deserti, spiagge località suggestive invitanti ma il climax lo si raggiunge attraverso la cultura locale, tra templi indù, edifici grandiosi e località uniche nel proprio genere. Per chi vuole vivere autentici contrasti, l’apoteosi è Mumbai: grande metropoli ma soprattutto, se amate il cinema, la possibilità di vivere direttamente la magia della leggendaria Bollywood.

Vergine (dal 24 agosto al 23 settembre)

Qui si fa più complicato: il 2020 sarà un anno importante per il segno. Ottimo fare grandi progetti ma non dimenticate l’influenza dell’elemento Terra. Alla ricerca di stimoli ma anche, nell’ambito dei viaggi, di elementi che uniscono territorio, cultura e tradizione. Tel Aviv è una città baciata dal Mediterraneo, caratterizzata da belle spiagge, vita alla moda, vestigia millenarie e una struttura urbanistica e architettonica che la rendono meta accattivante per qualsiasi tipo di viaggiatore.

Panorama di Tel Aviv, Israele

La meta: Tel Aviv. A quattro ore di volo troverete un clima ideale in ogni stagione, spiagge e ristoranti e locali trendy, favolosi edifici bauhaus e musei di grande impatto come il Beit Hatfutsot, le cui mostre multimediali illustrano la storia delle comunità ebraiche sparse per il mondo, p il Museo Terra di Israele, che è dedicato invece all’archeologia, al folclore e all’artigianato regionali. A pochi passi, in senso letterale, la meraviglia che unisce passato e presente di Jaffa. A un’oretta più all’interno, invece si trovano Gerusalemme e il Mar Morto, ma questa è tutta un’altra storia.

(continua)

Facebook Comments

Paolo Sacchi

Nato a Genova, ha scoperto quasi subito che le Scienze Politiche non facevano per lui. Viaggiatore e calciofilo, già ufficio stampa, come giornalista collabora con diverse testate cartacee, web e radiofoniche e da anni racconta dal vivo in diretta alla radio le partite del ChievoVerona. Esperto di turismo e di sport britannici, è felice di dover rifare spesso il suo bagaglio a mano.

Paolo Sacchi ha 82 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Paolo Sacchi

Paolo Sacchi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Twitter
LinkedIn