Oggi al via “Famiglie a Teatro” con “Favole al telefono”

Manca pochissimo, oggi alle 15.30 al Teatro Stimate la Fondazione Aida apre la stagione di “Famiglie a Teatro” con lo spettacolo Favole al telefono (con replica anche alle 17.30). Una produzione della stessa Fondazione in omaggio a Gianni Rodari, nei cent’anni dalla sua nascita, che aveva debuttato con successo lo scorso anno. 

«Ai bambini si può parlare di tutto. Basta trovare le parole. Il teatro non deve dare delle risposte, ma aiutarli a pensare.» Pino Costalunga direttore artistico della Fondazione spiega così il lavoro che da tanto tempo questa importante realtà veronese fa per il pubblico giovane, e non solo. Quest’anno “Famiglie a Teatro” festeggia la 37esima edizione ed è l’appuntamento imperdibile della domenica pomeriggio dei più piccoli. 

“Favole al telefono”

Fino al 15 marzo il giovane pubblico potrà assistere a una rosa di spettacoli eterogenei per stile, genere e contenuti. Tra gli imperdibili: i minimusical Malvagilandia, il pomeriggio di Halloween (giovedì 31 ottobre alle 16.30), e Buon Natale Babbo Natale (8 dicembre). Per la Giornata della Prematurità organizzata con l’Associazione Prematuramente (17 novembre) andrà in scena Ucci Ucci! di Stivalaccio Teatro. Quando l’arte della magia incontra la comicità il risultato è Non sono un mago di Giovix, prestigiatore illusionista in programma il 5 gennaio. L’omaggio a Verga di Rosso Malpelo de La Botte e il Cilindro e Amnesty International sarà invece l’occasione per parlare di bullismo e diritti dell’infanzia (15 marzo).

A questa rassegna si affianca “Teatro Scuola”, che partirà il 20 novembre e si concluderà il 31 marzo  – in cui vengono proposti alcuni degli spettacoli di “Famiglie a Teatro”, più altri titoli, durante la mattina, per le classi che ne fanno richiesta –. Il primo appuntamento è con Attraversamenti, la sintesi del progetto europeo Rights4Kids sui diritti dell’infanzia, doppia replica, prima in italiano, poi in inglese, grazie alla collaborazione con Creative Language. 

«Il Comune sostiene le due rassegne – aggiunge l’assessore all’Istruzione Stefano Bertacco –. Gli spettacoli si ispirano a valori quali amore, amicizia, diversità e fratellanza e ritengo che possano costituire validi stimoli alla crescita culturale e personale delle nuove generazioni e anche delle famiglie.» 

Ma le proposte della Fondazione Aida non si fermano qui: «Quest’anno Le sfide sono state tante – conclude la direttrice generale Meri Malguti – . I progetti per gli asili nido e per i nonni e gli spettacoli per gli adolescenti vanno a completare la nostra offerta dedicata al mondo delle nuove generazioni.»  

“Rosso Malpelo”

“Teatro al Nido” è un percorso di avvicinamento al teatro che inizia fin dai primissimi anni di età per sensibilizzare ai diversi linguaggi artistici e al patrimonio culturale collettivo. “A Teatro con i Nonni” si concretizza, da un lato in una speciale agevolazione sul prezzo del biglietto di Famiglie a teatro (tre ingressi a 12 euro) e dall’altro con il laboratorio di storytelling per gli anziani, in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali.

Nell’ambito di “Generazioni a teatro”, sostenuto da Fondazione Cariverona, è stata organizzata la rassegna “T.A.G. (Teatro per Adolescenti e Genitori)”. Si compone di tre spettacoli al Teatro Blu, sempre di sabato alle 18.30, dedicati a genitori e figli, affinché trascorrano qualche ora insieme e riflettano rispetto a tematiche di forte attualità: Il primo, Enciclopedia della donna perfetta di Dedalo Furioso, in scena il 16 novembre, sarà il pretesto per parlare di diritti della donna a ridosso della Giornata Mondiale; Il segreto degli invincibili (18 gennaio) di Fondazione Aida, tratto dal libro di Simone Dini Gandini, farà da spunto per discutere di Olocausto attraverso la storia di Erno Erbstein, calciatore prima e allenatore poi che ha saputo creare il mito del Grande Torino; Cosa Losca (28 marzo) di Teatrino dei Fondi per la Giornata dedicata alla Legalità guarderà a Peppino Impastato, un giovane che ha avuto il coraggio di distinguersi nella lotta contro la mafia. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione della V Circoscrizione Comune di Verona e Prospettiva Famiglia.


“Famiglie a Teatro” e “Teatro Scuola” sono realizzati in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione, Banco BPM, Agsm Verona, Fondazione Cariverona, Mibact, Arteven e Libreria Libricini.

Per conoscere tutti gli spettacoli e le date delle rassegne, per altre informazioni e per il costo dei biglietti: http://www.fondazioneaida.it


Facebook Comments

Serena Dei

Laureata in Giurisprudenza, Serena Dei è giornalista pubblicista e scrittrice. È editor di opere inerenti a cucina, enogastronomia, benessere, attualità e infanzia; collabora con varie testate e case editrici. È caporedattrice de "Il Nazionale-Verona" del settore Cultura&Spettacoli.

Serena Dei ha 47 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Serena Dei

Serena Dei

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Twitter
LinkedIn