Arctic Monkeys in tour: uno show calibrato ma freddo

993925_10200881951322573_1570907121_n 15 LUGLIO – Sold out per il concerto degli Arctic Monkeys a Ferrara. La seconda data italiana del tour della band inglese, dopo quella di Roma, conferma le aspettative e l’11 luglio piazza Castello si è riempita di giovani fan. L’afa non ha scoraggiato gli appassionati che fin dal mattino sono arrivati nella città estense da tutta Italia. All’apertura dei cancelli alle ore 19 la ressa arrivava ormai oltre 사금융채무통합 la statua del Savonarola e dopo il vaglio dei biglietti, tra vari spintoni, non è mancata per nessuno la corsa affannosa fino al palco.1011995_10200881951802585_1489796618_n
Ha aperto il concerto alle 20.30 Miles Kane, il cantautore inglese con cui la voce degli Arctic Monkeys, Alex Turner, porta avanti il duo The Last Shadow Puppets. Il suo è stato un esordio di serata prorompente, che ha letteralmente infuocato il pubblico. Un cantante di supporto di tale profilo non è poi così Cheap Jerseys usuale ai concerti. Con sole otto canzoni ha catturato tutto il pubblico, che se prima non lo conosceva, ora non se lo lascerà sfuggire alla prossima performance.1003698_10200881945322423_495079790_n
Alle 21.30, dopo venti minuti di pausa, si sono accese le luci del palco, si è finalmente illuminata la gigantesca scritta AM sullo sfondo ed ha fatto la sua entrata la band. Dopo un semplice ma sufficiente saluto all’Italia e a Ferrara, lo spazio è subito andato alla musica. Grande e ben studiata la scaletta: dopo il primo singolo estratto dall’album in uscita questo autunno “Do I wanna know?”, si è data la carica al pubblico con “Brianstorm”, a cui sono seguite le ritmate “Dancing shoes”, “Don’t sit down cause I moved your chair” e “Teddy picker”; quindi è stata la volta di “Crying lightning”, “Brick by brick”, “Evil twin”, “Old yellow bricks”, “She’s thunderstorms” e “Pretty visitors”; Alex prende poi la parola per dedicare “I bet that you look good on the dancefloor” ray ban sunglasses sale a tutte le “beautiful italian ladies”; sono seguite “Do me a favour”, “Suck it and see”, “Fluorescent adolescent” e “R U mine?”. La band è Cheap Ray Bans poi uscita di scena lasciando il pubblico interdetto, insicuro sull’effettiva conclusione del concerto. Le luci sul palco però tradivano un finale a sorpresa ed infatti, dopo cinque minuti, Alex Turner è riapparso sul palco, chiedendo al pubblico se volesse qualche altra canzone. Una plateale risposta positiva non poteva farsi attendere. “Cornerstone” è stata praticamente suonata in acustico dal cantante; quindi due canzoni del primissimo album, dedicate ai fan fedelissimi fin dai primi tempi: “Murdy Bum” e “When the sun goes down”. Ha chiuso il concerto “505”, durante la quale si è unito ai quattro anche Miles Kane.<img class="size-medium wp-image-16454 alignleft" alt="1001132_10200881946202445_787964327_n" src="https://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2013/07/1001132_10200881946202445_787964327_n-322×240.jpg" width="322" height="240" srcset="https://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2013/07/1001132_10200881946202445_787964327_n-322×240.jpg 322w, https://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2013/07/1001132_10200881946202445_787964327_n-444×331.jpg cheap ray ban sungalsses 444w, https://ilnazionale.net/wp-content/uploads/2013/07/1001132_10200881946202445_787964327_n.jpg 960w” sizes=”(max-width: 322px) 100vw, 322px” />
La folla durante tutto il concerto, fin dalla performance di Miles Kane, era compatta, schiacciata contro il palco, completamente sudata dal caldo e dalla voglia di saltare, ballare, spingersi, tanto che non sono mancati interventi da parte della croce rossa.
Gli Arctic Monkeys hanno saputo dare energia al pubblico ferrarese, pur stanco e provato dall’afa e dalla folla, che rendeva l’aria irrespirabile. E’ stata un’ora e mezza di musica ben calibrata, a cui forse è mancata un pò di partecipazione e spettacolo da parte della band stessa, che ha interagito poco con i fan.1070097_10200881942362349_699752567_n
Il ray ban outlet concerto degli Arctic Monkeys si è inserito nel ricco programma di “Ferrara sotto le stelle”, che propone oltre a svariati concerti, anche altri appuntamenti culturali, come le visite notturne al castello, animate da cantastorie e spettacoli.

Martina Napolitano

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Twitter
LinkedIn
Google+
https://ilnazionale.net/senza-categoria/arctic-monkeys-in-tour-uno-show-calibrato-ma-freddo">